Antidolorifico naturale: quali sono i migliori e come utilizzarli per ottenere benefici

L’antidolorifico naturale è davvero la soluzione? Hai già sentito parlare degli antidolorifici naturali, ma vuoi saperne di più? In questa guida ti spiegheremo quali sono, che benefici portano, ma soprattutto come li puoi utilizzare affinché abbiano il massimo effetto.
Il dolore di qualsiasi tipo può essere estremamente preoccupante. Che sia noioso e cronico oppure acuto, è ragionevole voler trovare sollievo. Considerando che il dolore può intensificarsi nel tempo e può essere causato praticamente da qualsiasi cosa, è importante trovare una soluzione su misura che funzioni per te. Per molte persone, ciò significa utilizzare un farmaco da banco, ma l’abuso di questi può provocare fastidiose conseguenze. Ecco perché molti si sono rivolti alla medicina alternativa per alleviare i loro dolori.

ANTIDOLORIFICO E ANTINFIAMMATORIO NATURALE: PERCHÉ APRIRSI A QUESTE ALTERNATIVE

Se non hai mai provato alcun tipo di trattamento o medicina alternativa prima, potresti essere scettico. Vale la pena esplorare, tuttavia, se hai una seria abitudine a servirti di farmaci da banco. In effetti, una piccola ma crescente percentuale degli adulti italiani usa una sorta di medicina alternativa complementare.

Gli esperti osservano che una volta che le persone individuano il rimedio alternativo più adatto a loro e al loro specifico tipo di dolore, a volte è possibile nel tempo passare, ad esempio, a metà della dose di antidolorifico da banco convenzionale dopo averne aggiunto uno naturale .

Spesso gli antidolorifici naturali esplicano, oltre all’effetto antidolorifico, più di un’azione positiva.

Prima di iniziare qualsiasi nuovo regime antidolorifico (naturale o meno), consigliamo comunque di sottoporti a una visita medica accurata e verificare prima quali possono essere le sostanze appropriate per i sintomi, le potenziali interazioni farmacologiche e il dosaggio corretto.

Tra i sistemi antidolorifici e analgesici che la Natura ci offre come rimedi facili da reperire, ci sono i seguenti:

  • il freddo
  • il caldo
  • le spezie
  • le erbe tagliate o essiccate o infuse
  • gli oli essenziali

ANTIDOLORIFICI NATURALI FORTI: DI COSA HAI BISOGNO SE STAI DAVVERO MALE?

Anche se questo potrebbe non essere il trattamento più sorprendente, il ghiaccio e il calore sono i trattamenti più intrinseci della natura per il dolore. Il calore è un antidolorifico naturale potente:  l’ideale per il dolore cronico. Mentre il ghiaccio è migliore per l’infiammazione o un infortunio relativamente recente.

La bromelina, un enzima proteolitico ottenuto dall’ananas, oltre a trattare il dolore causato dall’infiammazione delle articolazioni, può anche aiutare a ridurre i problemi digestivi e a migliorare i fastidi legati alla cattiva circolazione ed alla cellulite.

I BENEFICI DELL’ARTIGLIO DEL DIAVOLO

L’artiglio del diavolo garantisce numerosi benefici in qualità di antidolorifico e, in generale, in presenza di infiammazioni di entità lieve. Esso, infatti, è in grado di limitare la flogosi e il dolore che ne deriva, risultando efficace in modo particolare se usato in combinazione con Camomilla, Nepeta erba e Pino gemme. L’efficacia a livello antinfiammatorio e analgesico deriva dalla presenza di arpagoside e di altri glucosidi iridoidi che si trovano nella radice dell’artiglio del diavolo. Questa può essere venduta in forma di droga grezza o, in alternativa, impiegata per la preparazione di creme, di unguenti, di pomate o di compresse.

Nella maggior parte dei casi l’artiglio del diavolo non presenta effetti collaterali, e proprio per questo motivo si può assumere anche in presenza di dolori cronici, e quindi per lunghi periodi di tempo. Esso, tra l’altro, ha proprietà ipotensive e digestive, e per questo è un antidolorifico anche se si hanno problemi di ulcera peptica o di gastrite, visto che la presenza di sostanze amaricanti favorisce la secrezione gastrica attraverso la produzione di bile e succhi gastrici. La sola precauzione è non assumere l’artiglio del diavolo se si è in dolce attesa.

La Boswellia, ricca di acidi boswellici, è in grado di inibire la biosintesi dei leucotrieni.

Viene impiegata nel trattamento dell’artrosi, dell’artrite reumatoide, ma anche in caso di asma  bronchiale e disturbi premestruali.

IL PIÙ POTENTE ANTIDOLORIFICO NATURALE

L’estratto di corteccia di salice contiene acido salicilico, la composizione chimica dell’estratto è simile ai principi attivi del farmaco da banco. Questa sostanza si è dimostrata efficace nel trattamento a lungo termine dei disturbi muscoloscheletrici e del mal di schiena, sia con che senza l’aiuto di antidolorifici da banco e altri farmaci per la gestione del dolore.

Condividi

ultimi articoli

Conosci tutte le fasi del sonno?

Il nostro corpo attraversa più volte un ciclo del sonno di 5 fasi, dalle quali dipendono i nostri livelli di energia e vitalità del giorno dopo. Vediamo insieme quali sono!

Colite: sintomi, cause e aiuti naturali

Se ne sente parlare spesso ma non tutti conoscono questa patologia a carico dell’apparato digerente, che colpisce circa il 20% della popolazione adulta, con maggioranza

ipotensione

Estate e ipotensione: come gestirla?

In estate, il caldo intenso e l’elevato tasso di umidità possono provocare senso di spossatezza e improvvisi abbassamenti della pressione, a cui possono associarsi stordimento, giramenti di testa, visione offuscata, difficoltà di concentrazione e, nei casi più seri, anche nausea e svenimenti. 

detox

Depurarsi in vista di un dimagrimento

Molti, soprattutto a ridosso della stagione estiva, si pongono l’obiettivo di perdere peso; ma prima di intraprendere un regime alimentare teso al dimagrimento sarebbe strategicamente utile effettuare un percorso di disintossicazione e depurazione dalle tossine, per preparare il corpo e favorire la perdita di peso in modo più rapido e sano.

Come uscire dalla depressione

Come uscire dalla depressione? La depressione è una malattia che interessa più del 10% della popolazione mondiale ed è sempre in continuo aumento soprattutto nei giovani.