Come uscire dalla depressione

Come uscire dalla depressione? La depressione è una malattia che interessa più del 10% della popolazione mondiale ed è sempre in continuo aumento soprattutto nei giovani. Purtroppo diagnosticare e/o distinguere un disturbo depressivo, da un funzionamento depressivo non è così immediato, perché entrano in gioco molti fattori, tra cui quelli temperamentali, ambientali e genetici. Coloro i quali soffrono di depressione, possono riportare problemi del sonno, problemi cognitivi o difficoltà nello svolgimento delle attività quotidiane. Per questo vi consigliamo sempre di rivolgervi a uno specialista. Ci sono comunque una serie di “cure naturali”, che rappresentano una alternativa possibile ai cosiddetti “farmaci di sintesi assoluta”, che possono aiutarvi nel processo di guarigione. Vuoi sapere quali? Allora continua a leggere il nostro articolo.

COME SI ESCE DALLA DEPRESSIONE? ECCO ALCUNI CONSIGLI UTILI

Come abbiamo detto poco fa un grande aiuto nel contrastare la depressione lieve o moderata può venire dalla fitoterapia.

L’utilizzo di alcune piante o fiori nel trattamento medico può alleviare o ridurre sensibilmente, alcuni sintomi, come la tristezza, l’ansia o l’angoscia.

Ma quali sono le piante maggiormente utilizzate per contrastare la depressione?

La Griffonia è fonte naturale di 5 idrossitriptofano, che viene convertito per il 70% in serotonina. Aumentando i livelli di serotonina, determina effetti positivi nelle varie problematiche legate ai bassi livelli della stessa. Migliora l’umore, grazie anche alla capacità di aumentare i livelli delle endorfine.

L’Escolzia diminuisce il tempo della cosiddetta “fase crespucolare” e migliora la qualità del sonno oltre a possedere una forte attività ansiolitica. Risulta anche utile nei disturbi del sonno accompagnati alle contrazioni muscolari involontarie (determina un miglioramento del microcircolo ed un’azione spasmolitica).

La Passiflora con una forte azione sedativa è, infatti, indicata nelle lievi forme di insonnia causata da stress o legata ad uno stato depressivo. La Passiflora, inoltre è in grado di indurre un sonno fisiologico ed un risveglio rapido e completo senza acuire lo stato depressivo. Grazie al suo impiego si ottiene una valida sedazione, un sonno di qualità ed un’attenuazione del senso di angoscia.

Il Ficus Carica Gemme efficace nell’angoscia senza motivo apparente o per quelle derivanti da senso di colpa, in situazioni di depressione profonda, o di abulia (inerzia o mancanza di forza di volontà).

Anche gli oli essenziali sono indicati in caso di depressione e sono:

  • neroli;
  • lavanda;
  • ylang ylang ;
  • arancio
  • limone.

Gli oli essenziali portano l’individuo verso uno stato d’animo gioioso con un forte recupero delle energie positive.

Inoltre noi di Ecol abbiamo studiato due prodotti specifici atti a contrastare l’ansia e la depressione. Ansifree uno spray sublinguale contro ansia acuta e cronica, realizzato con l’utilizzo di estratti fitomicellari, che sono preparazioni ottenute tramite una serie di processi innovativi messi a punto dai nostri laboratori, ed Ecoldep nel quale è contenuta la S-adenosilmetionina uno degli antidepressivi naturali più efficaci.

La fitoterapia accompagnata alla consapevolezza della malattia, ad un eventuale percorso psicoterapeutico, ad uno stile di vita sano, ad un’alimentazione adeguata ed ad un esercizio fisico costante, possono rappresentare un valido sostegno contro i sintomi della depressione.

Se quest’articolo su come uscire dalla depressione ti è piaciuto e lo hai trovato interessante condividilo o lascia un commento.
Se vuoi restare aggiornato sui nostri prodotti o desideri ricevere maggiori informazioni CONTATTACI!

Condividi

ultimi articoli

Conosci tutte le fasi del sonno?

Il nostro corpo attraversa più volte un ciclo del sonno di 5 fasi, dalle quali dipendono i nostri livelli di energia e vitalità del giorno dopo. Vediamo insieme quali sono!

Colite: sintomi, cause e aiuti naturali

Se ne sente parlare spesso ma non tutti conoscono questa patologia a carico dell’apparato digerente, che colpisce circa il 20% della popolazione adulta, con maggioranza

ipotensione

Estate e ipotensione: come gestirla?

In estate, il caldo intenso e l’elevato tasso di umidità possono provocare senso di spossatezza e improvvisi abbassamenti della pressione, a cui possono associarsi stordimento, giramenti di testa, visione offuscata, difficoltà di concentrazione e, nei casi più seri, anche nausea e svenimenti. 

detox

Depurarsi in vista di un dimagrimento

Molti, soprattutto a ridosso della stagione estiva, si pongono l’obiettivo di perdere peso; ma prima di intraprendere un regime alimentare teso al dimagrimento sarebbe strategicamente utile effettuare un percorso di disintossicazione e depurazione dalle tossine, per preparare il corpo e favorire la perdita di peso in modo più rapido e sano.