Olio essenziale naturalmente efficace nelle fasi acute di bronchite tosse e mal di gola. Scegli di curarti in modo naturale.

Negli ultimi anni gli antibiotici, usati troppo e male, hanno perso in parte la loro efficacia contro le infezioni batteriche. Ecco allora che in questo articolo vi parliamo degli antibiotici naturali, gli oli essenziali. Ogni olio essenziale ha proprietà specifiche, ma quella antisettica e anti infettiva è pressoché universale. Ne conoscete i benefici?

OLIO ESSENZIALE: ABIOSIL

L’effetto calmante di molti oli essenziali, come è noto, può aiutare a lenire sintomi influenzali ma anche bronchiti, tosse e mal di gola. Le loro proprietà antimicrobiche e cicatrizzanti possono aiutare a distruggere virus influenzali e raffreddori e ad accelerare i tempi di recupero. L’effetto decongestionante di alcuni oli essenziali aiuta anche a sbloccare il naso chiuso e aiuta a ripulire il sistema respiratorio da muco e catarro.

Ma perché gli oli essenziali sono efficaci per raffreddori o sintomi influenzali come tosse, mal di gola e congestione?

Vediamolo insieme! Ad esempio, l’olio di lavanda e l’olio di cannella hanno un effetto antivirale sui virus del raffreddore e dell’influenza. Inoltre, l’olio essenziale di menta piperita e l’olio essenziale di eucalipto agiscono come espettoranti per liberare i bronchi e rompere il muco.

Ma quali sono le essenze naturali utili al trattamento anti-influenzale e dell’apparato respiratorio?

ELENCO OLI ESSENZIALI

  1. Olio essenziale di eucalipto è ampiamente usato come decongestionante naturale per aiutare a sbloccare le vie respiratorie chiuse, aiutarti a respirare più facilmente, in sostanza è un eccellente olio essenziale per il raffreddore e l’influenza. L’olio di eucalipto, inoltre,  ha proprietà antimicrobiche e può trattare naturalmente varie infezioni del tratto respiratorio superiore, aiutando a ridurre anche attacchi di tosse

Se hai il naso chiuso, versa alcune gocce di olio di eucalipto su un tessuto e respiralo profondamente per alleviare la congestione del naso, del petto o della parte superiore del torace

  1. . Olio essenziale di origano è un eccellente olio essenziale per le infezioni virali con proprietà  che aiutano a combattere più rapidamente il virus dell’influenza e le infezioni da raffreddore.
  2. . Olio essenziale di lavanda può aiutare a trattare molti dei sintomi associati a raffreddore o influenza come congestione, mal di testa, dolori muscolari, tosse e insonnia. Quando si tratta di fare il proprio rimedio a casa per i sintomi dell’influenza e del raffreddore, la lavanda è un ottimo tuttofare.  La lavanda può trattare efficacemente il mal di gola e i sintomi dell’asma.

Potete anche usare la lavanda come strofinamento muscolare per aiutare a ridurre lo stress e la tensione nei muscoli e nelle articolazioni doloranti.

  1. Olio essenziale di cannellapuò aiutare a sconfiggere l’influenza o il virus del raffreddore. Può anche aiutare a migliorare il tuo sistema digestivo e aiutarti a ritrovare l’appetito più rapidamente.

Gli studi sulla cannella hanno scoperto che può aiutare a eliminare molti agenti patogeni virali e batterici. La cannella è anche un rimedio naturale per la nausea e altri problemi digestivi.

5. Olio essenziale di garofano ha proprietà antivirali e antimicrobiche oltre ad avere la capacità di intorpidire il dolore.

6. Olio essenziale di timopuò aiutare a ottenere sollievo da un naso chiuso, mal di gola e un tosse se usato come parte della tua miscela di oli essenziali per raffreddori e sintomi influenzali. Il timo può aiutare ad alleviare una tosse secca causata da un’infezione da raffreddore o respiratorio.

7. Olio essenziale di pinoètonificante, aiuta a sentirsi subito efficienti al risveglio, indicato nei casi di ipotensione e insufficienza cardiaca. Espettorante, se inalato fluidifica il catarro facilitandone l’eliminazione. Viene perciò utilizzato in caso di raffreddore, sinusite, influenza, tosse, laringite, bronchiti acute e croniche, nelle sindromi influenzali, asma. L’aroma fresco e balsamico aiuta a purificare l’aria degli ambienti, è anche antisettico delle vie urinarie.  L’uso esterno o interno di quest’olio essenziale, grazie alla sua azione diuretica, giova nella gotta e nei reumatismi. Due gocce di olio essenziale di pino in un cucchiaino di miele, 3 volte al giorno dopo i pasti principali, contro ritenzione idrica, infezioni delle vie urinarie e reumatismi.

8. Olio essenziale di mirto, balsamico, ben tollerato anche dai bambini, ha un effetto mucolitico, espettorantee fluidificante del catarro. Aiuta a decongestionare le vie respiratorie infiammate, in caso di raffreddore, bronchite, tosse dei fumatori e in tutte le malattie croniche dell’apparato respiratorio.

9. Olio essenziale di santoreggia è un immunostimolante tonico, aiuta a rafforzare il sistema immunitario e sollecita le ghiandole surrenali, contrastando casi di astenia ipotensione. Stimola le funzioni cerebrali, utile nei momenti di forte stress per contrastare la stanchezza fisica e mentale. Pare che eserciti un’azione stimolante sulle ghiandole sessuali maschili. Inoltre è anche ottimo come antinfiammatorio e antispasmodico i caso di colite.

10. Olio essenziale di cajeput che forse pochi conoscono è un antibiotico naturale: i suoi vapori svolgono un’azione battericida nei confronti di streptococchi beta emolitici, diplococchi, e diverse specie di stafilococchi, soprattutto nei riguardi di alcuni ceppi responsabili di influenza e febbre, affezioni alle vie respiratorie e del sistema urogenitale.

Tutti oli essenziali che vi abbiamo illustrato trovano impiego nel nostro Abiosil cun integratore naturale a base piante e derivate che può essere usato come un antibiotico naturale:

  • stimolante delle difese immunitarie utile nelle affezioni bronco polmonari
  • trattamento delle affezioni orecchio- naso – gola
  • trattamento delle affezioni alle vie urinarie
  • cure odontoiatriche
  • Trattamento alle affezioni cutanee e affezioni più aspecifiche come la candidosi.

DOVE COMPRARE OLI ESSENZIALI

On line e non solo è facile imbattersi nella vendita oli essenziali, ma cosa bisogna controllare per assicqualità?

La prima cosa che devi sapere prima di acquistare oli essenziali puri è che ogni essenza naturale è identificato con il nome scientifico o botanico della pianta da cui è estratto e negli oli essenziali migliori e di qualità troverai anche il suo chemiotipo (cioè la razza chimica dell’olio essenziale). Un chemiotipo di un olio essenziale indica dove viene coltivata la pianta da cui è estratta l’essenza. Questo perché in base al luogo, la terra, il clima, ecc. l’olio avrà un profilo chimico diverso che spesso ne determina la qualità e l’efficacia terapeutica, ma attenzione SOLO ALCUNE PIANTE HANNO CHEMOTIPI. Infine altri fattori di qualità di un’essenza è il paese di origine, il processo di estrazione utilizzato e la data di distillazione e di scadenza.

Dai un’occhiata ai nostri PRODOTTI e se hai trovato interessante questo articolo condividilo o lascia un commento.

Il blog di Ecol

Condividi

ultimi articoli

Allergia ai pollini nei bambini: come affrontarla naturalmente

Con il cambio di stagione, sempre più bambini sono colpiti dall’allergia a pollini e graminacee. Ecco alcuni utili consigli su come riconoscerne i sintomi e come alleviarli in modo del tutto naturale.

Tutti amiamo quel magico momento dell’anno in cui la natura torna a fiorire e a riempirsi di profumi e colori: la primavera!

Come uscire dalla depressione

Come uscire dalla depressione? La depressione è una malattia che interessa più del 10% della popolazione mondiale ed è sempre in continuo aumento soprattutto nei giovani.

La depressione non va in vacanza

L’estate con tutta la sua euforia, può diventare un momento davvero difficile per chi soffre di depressione. Spesso biasimiamo chi non si gode l’estate, chi non gioisce per le belle giornate, il mare, il sole, le feste. Ma non per tutti la bella stagione è sinonimo di divertimento.

Soffri di disturbi Gastrici che disturbano le tue giornate

ADMIN 15 GIUGNO 2021 CONSIGLI E RIMEDI NATURALI, ERBE E PIANTE OFFICINALI, SALUTE E BENESSERE
SOFFRI DI DISTURBI GASTRICI CHE DISTURBANO LE TUE GIORNATE
I più comuni disturbi gastrici che interessano lo stomaco vengono definiti con il termine dispepsia ovvero: mal di stomaco, acidità, gonfiore allo stomaco e digestione lenta. Ma come affrontare questi disturbi che spesso si intensificano durante i cambi di stagione? In questo articolo vi forniamo alcuni consigli sul benessere gastrico.

Cos’è lo Slow living e quali sono i suoi benefici

Quante volte, soprattutto in un periodo molto stressante, avreste voluto staccare la spina, rallentare o mettere la vita momentaneamente in standby? Avete già sentito parlare dello slow living? Bene mettetevi comodi, perché in questo articolo, vi spigheremo come rimanere concentrati sul presente con uno stile di vita più lento e ovviamente più sano!